Blog

Golf Clash: affronta in tempo reale giocatori in tutto il mondo

Golf Clash è un nuovo avvincente titolo per iOS che permette di mostrare le proprie abilità sfidando giocatori in tutto il mondo.

golfclash_iphone

Giocare contro il computer è un ottimo modo per allenarsi e migliorare le proprie abilità, ma non c’è nulla come affrontare altri giocatori per mettersi realmente alla prova e dimostrare di essere i migliori.

Golf Clash è un nuovo titolo per iOS interamente dedicato a partite multiplayer in tempo reale che ci consente di affrontare giocatori sparsi in tutto il mondo. Potremo partecipare a tornei, partite 1v1 e sfide con i nostri amici di Facebook.

Come tutti i migliori casual game, Golf Clash integra un sistema di colpi rivoluzionario facile da apprendere, ma che richiederà molto tempo per essere padroneggiato al meglio. Trattandosi di un titolo multiplayer, in Golf Clash troveremo migliaia di giocatori online da affrontare, partecipando a veri e propri tour e ottenendo la promozione nei campionati settimanali per vincere dei bonus aggiuntivi.

Oltre a giocatori casuali, Golf Clash ci permette anche di affrontare i nostri amici di Facebook, salvare e condividere i replay dei nostri migliori colpi e chattare con gli avversari durante le partite.

Golf Clash è disponibile su App Store e può essere scaricato in modo completamente gratuito.

Link all'articolo originale: Golf Clash: affronta in tempo reale giocatori in tutto il mondo

Australian Open Tennis Championships 2017: l’app ufficiale per seguire il torneo su iPhone

Australian Open Tennis Championship 2017, l’applicazione di cui vi parliamo in questo articolo, permette agli appassionati di seguire l’omonima competizione dal 16 al 29 gennaio.

ao_tennis

L’applicazione è stata offerta gratuitamente da Tennis Australia e IBM e permette di seguire la nota competizione australiana che si terrà dal 16 al 29 gennaio 2017, consentendo così a tutti gli appassionati di seguire in tempo reale tutte le principali notizie e avvenimenti.

Oltre a un live blog che coprirà tutti gli aspetti del torneo, l’applicazione include anche un Match Center per seguire i risultati e le statistiche di ogni partita disputata, con aggiornamenti in tempo reale sui punti segnati da ciascun giocatore. Trattandosi di un torneo, l’app metterà a disposizione anche un pratico calendario delle partite e informazioni dettagliate su ciascun giocatore.

Per i più appassionati, inoltre, è disponibile un’apposita sezione dedicata a foto e video del torneo, sia dentro che fuori dal campo. Il tutto accompagnato da una radio in streaming, la possibilità di attivare le notifiche Push, uno shop ufficiale e il supporto all’acquisto di biglietti per i match.

L’applicazione Australian Open Tennis Championship 2017 è disponibile gratuitamente su App Store e può essere scaricata a questo indirizzo.

Link all'articolo originale: Australian Open Tennis Championships 2017: l’app ufficiale per seguire il torneo su iPhone

Una cover capace di diagnosticare il cancro?

Ambizioso e interessantissimo questo progetto realizzato da un team di ricercatori guidati da Aydogan Ozcan dell’Università della California. Si tratta di una cover per smartphone capace di analizzare il DNA e di individuare eventuali mutazioni. Un passo importante per lo screening.

ucla

Di solito pensiamo alle cover per smartphone come dei prodotti capaci di proteggere il nostro dispositivo da graffi e urti e, nei casi più particolari, di fornire batteria aggiuntiva o memoria in più. Ma nessuna cover ha mai avuto un obiettivo così: analizzare il DNA per scoprire le eventuali mutazioni e di conseguenza il cancro. L’obiettivo del team di ricercatori che sta lavorando al progetto è di realizzare un dispositivo medico economico capace di eseguire lo screening e di dare una grande mano alla lotta contro il cancro. Il team è guidato, come dicevamo ad inizio articolo, dal professor Aydogan Ozcan dell’UCLA.

La cover è stata realizzata con una stampante 3D ed è stata testata, stando alla documentazione fornita dal team, con un dispositivo Windows Phone. Ma è facile pensare che il progetto possa funzionare su qualsiasi smartphone. La custodia quindi si trasforma in un potente microscopio capace di analizzare le sequenze di DNA. Gran parte del lavoro è svolta dallo smartphone e quello che serve ai tecnici è solo un campione di tessuto. Lo smartphone poi scatta diverse immagini e le elabora grazie ad uno speciale algoritmo che aiuta ad identificare mutazioni genetiche e tumori.

Stando a quanto dichiarato dall’Università della California, questo dispositivo potrebbe costare molto meno di 500 dollari nei casi migliori (ovvero se prodotto in grandi quantità), una cifra molto minore rispetto ai costi dei microscopi completi che eseguono le stesse operazioni (dai 10.000 ai 50.000 dollari e a volte anche di più).  Il team ha l’obiettivo di rendere disponibile questa tecnologia nei paesi nei quali non sono disponibili i più costosi e completi metodi di diagnosi.

Staremo a vedere come si evolverà il progetto e se riuscirà ad ottenere le certificazioni mediche capaci di renderlo attendibile a tutti gli effetti. Vi aggiorneremo se dovessimo saperne di più.

Link all'articolo originale: Una cover capace di diagnosticare il cancro?

Il report di CIRP: “iPhone 7 ha conquistato meno utenti Android rispetto al 6s”

Consumer Intelligence Research Partners ha pubblicato il rapporto trimestrale sulle vendite degli iPhone negli USA, con risultati positivi da una parte e meno dall’altra.

iphone-7-plus4

Parlando dei lati positivi, CIPR fa sapere che iPhone 7 e iPhone 7 Plus rappresentano una più alta percentuale di vendite di iPhone nel periodo natalizio rispetto al precedente modello: il 72% degli iPhone venduti negli Stati Uniti in quel periodo sono infatti iPhone 7 o 7 Plus (iPhone 6s/6s Plus si fermarono al 68%). Nell’ultimo trimestre dell’anno, il 40% degli iPhone venduti sono iPhone 7, mentre il 32% è rappresentato da iPhone 7 Plus. In pratica, il 7 Plus ha venduto meglio del 6s Plus nello stesso periodo anno su anno; per quanto riguarda i modelli più economici, l’iPhone SE ha invece venduto meno rispetto all’iPhone 5S un anno prima.

screen-shot-2017-01-19-at-1-52-28-pm

screen-shot-2017-01-19-at-1-59-55-pm

Entrando nel dettaglio, CIRP riporta che il 16% degli acquirenti iPhone 7/7 Plus proviene da un iPhone 6s o 6s Plus, mentre il 37% da un iPhone 6 o 6 Plus. Solo il 15% dei nuovi utenti, invece, proviene da un terminale Android, in calo rispetto al 29% che nel 2015 passò da Android ad iPhone 6s/6s Plus.

[via]

Link all'articolo originale: Il report di CIRP: “iPhone 7 ha conquistato meno utenti Android rispetto al 6s”

Il report di CIRP: “iPhone 7 ha conquistato meno utenti Android rispetto al 6s”

Consumer Intelligence Research Partners ha pubblicato il rapporto trimestrale sulle vendite degli iPhone negli USA, con risultati positivi da una parte e meno dall’altra.

iphone-7-plus4

Parlando dei lati positivi, CIPR fa sapere che iPhone 7 e iPhone 7 Plus rappresentano una più alta percentuale di vendite di iPhone nel periodo natalizio rispetto al precedente modello: il 72% degli iPhone venduti negli Stati Uniti in quel periodo sono infatti iPhone 7 o 7 Plus (iPhone 6s/6s Plus si fermarono al 68%). Nell’ultimo trimestre dell’anno, il 40% degli iPhone venduti sono iPhone 7, mentre il 32% è rappresentato da iPhone 7 Plus. In pratica, il 7 Plus ha venduto meglio del 6s Plus nello stesso periodo anno su anno; per quanto riguarda i modelli più economici, l’iPhone SE ha invece venduto meno rispetto all’iPhone 5S un anno prima.

screen-shot-2017-01-19-at-1-52-28-pm

screen-shot-2017-01-19-at-1-59-55-pm

Entrando nel dettaglio, CIRP riporta che il 16% degli acquirenti iPhone 7/7 Plus proviene da un iPhone 6s o 6s Plus, mentre il 37% da un iPhone 6 o 6 Plus. Solo il 15% dei nuovi utenti, invece, proviene da un terminale Android, in calo rispetto al 29% che nel 2015 passò da Android ad iPhone 6s/6s Plus.

[via]

Link all'articolo originale: Il report di CIRP: “iPhone 7 ha conquistato meno utenti Android rispetto al 6s”

- Advertisement -

HOT NEWS

Apple vuole aprire un nuovo store nella storica Carniage Library nella Mount Vernon Square di Washington. L’azienda sta parlando con gli amministratori locali per ricevere l’autorizzazione. La volontà di Apple è aprire un affascinante Apple Store in una delle librerie più famose degli USA, creata oltre 113 anni fa a Washington. L’azienda è disposta a pagare diversi milioni di dollari per rinnovare la parte della […]

Link all'articolo originale: Apple vuole aprire uno store nella storica Carniage Library di Washington

- Advertisement -